News

ONLINE LA NOTA TRIMESTRALE CONGIUNTA SULLE TENDENZE DELL´OCCUPAZIONE

ONLINE LA NOTA TRIMESTRALE CONGIUNTA SULLE TENDENZE DELL´OCCUPAZIONE

Pubblicata la Nota trimestrale congiunta sulle tendenze dell´occupazione relativa al I trimestre 2018, redatta da Anpal, Istat, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Inps e Inail.

Anche in questa edizione della Nota congiunta vengono diffusi i dati delle serie storiche relative a:

  • i flussi di attivazioni, cessazioni e trasformazioni per settore di attività economica e tipologia contrattuale (Comunicazioni obbligatorie, fornite dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, rielaborate)
  • gli stock relativi alle posizioni lavorative dipendenti nelle imprese industriali e dei servizi di fonte Istat provenienti dalla rilevazione su Occupazione, retribuzioni, oneri sociali (Oros).

Nel primo trimestre 2018, la crescita tendenziale dell´occupazione è ancora interamente determinata dalla componente del lavoro dipendente in termini sia di occupati, sia di posizioni lavorative riferite ai settori dell´industria e dei servizi.

Secondo i dati delle CO, l’incidenza delle attivazioni a tempo determinato sulle attivazioni totali è pari all’80,1%, in aumento rispetto al 77,6% registrato nel primo trimestre del 2017. In termini di saldi tra attivazioni e cessazioni, su base annua e a ritmi meno intensi, l’aumento del lavoro dipendente a tempo determinato continua per l’ottavo trimestre consecutivo. Questi segnali si rafforzano per le imprese industriali e dei servizi che mostrano, secondo la fonte Inps-Uniemens che include il lavoro in somministrazione e a chiamata, un forte incremento del tempo determinato.

ll numero di lavoratori a chiamata o intermittenti continua a crescere, anche se a tassi meno forti, rispetto ai due trimestre precedenti; analogamente prosegue l´aumento del numero dei lavoratori in somministrazione.

Il numero dei lavoratori impiegati con il Contratto di Prestazione Occasionale e quelli pagati con i titoli del Libretto Famiglia, le due nuove forme contrattuali introdotte a giugno 2017 in sostituzione del lavoro accessorio (voucher), hanno raggiunto rispettivamente le 17 mila unità e le 4 mila unità nel primo trimestre 2018.

In questa nota trimestrale i dati Inail sulle denunce di infortunio in complesso non vengono pubblicati per l´adeguamento in corso dei sistemi statistico-informatici alle nuove Comunicazioni obbligatorie di infortunio (assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell´evento). Pertanto vengono diffuse soltanto le statistiche sulle denunce di infortunio con esito mortale, in aumento di 22 casi rispetto al primo trimestre del 2017.